La cucina italiana all’estero

larc-crotto1

Il mondo ama la cucina italiana

Non è un caso che il Ristorante Pizzeria L’Arca di Chiavenna riscuota grande successo: la cucina italiana è infatti fra le più rinnomate in tutto il mondo.
Tuttavia, quando assaporati dai nostri connazionali, i piatti italiani preparati all’estero sono di sovente oggetto di un diffuso malcontento. Una della ragioni sta sicuramente nella difficoltà nel reperire gli ingredienti di base o, comunque, nell’alto costo nel caso in cui questi ultimi debbano essere importati. Anche la separazione fra i primi e i secondi piatti è una prerogativa tutta italiana, mentre all’estero domina il concetto di “piatto unico”.

Per paradosso, un’ulteriore ragione è proprio la semplicità: uno dei punti di forza di tutta la cucina italiana e di un sostanzioso ritaglio del menu del Ristorante Pizzeria L’Arca di Chiavenna.

Cucina Italiana – Genuina, Gustosa, Deliziosa

Soprattutto nei paesi anglosassoni, dilaga la convinzione che la complessità di un piatto corrisponda alla sua bontà. Di conseguenza, le pietanze vengono arricchite di innumerevoli ingredienti, al solo scopo di farle apparire più ricche e appetitose. Ne sono un esempio le pizze farcite all’inverosimile o la pasta, sempre ricca di intingoli e spesso degustata come contorno. Anche l’idea internazionale che la carne rappresenti un pasto più pregiato non è d’aiuto nel tentativo di replicare le delizie della cucina italiana: quest’ultima è sì importante, ma combinata con sapienza ed equilibrio ad altri ingredienti vegetali, come ad esempio avviene nei gustosi piatti proposti dal Ristorante Pizzeria L’Arca di Chiavenna.

Ma quali sono i più banali luoghi comuni e i flop dei ristoratori che tentano di proporre la cucina italiana in terra straniera?

Prima fra tutte, vi è l’errata convinzione che il cappuccino vada sorseggiato durante il pasto principale. Gli stranieri spesso ignorano che caffè e cappuccino sono riservati al momento della colazione o di uno spuntino, dove sono affiancati da snack dolci.
Un altro errore, spesso riscontrabile all’estero, è quello di accompagnare la pasta o la pizza all’insalata, relegando entrambi i piatti a ruolo di contorno. Molti dubbi interessano poi il risotto, spesso considerato un semplice antipasto da spizzicare prima delle portate principali. O gli spaghetti, spesso conditi con sugo alla bolognese, invece prerogativa delle tagliatelle. Diverse incertezze riguardano, poi, le modalità di cottura della pasta: non è raro che gli stranieri versino direttamente il condimento nell’acqua bollente o che riscontrino molte difficoltà nel rispettare le tempistiche di cottura, con il risultato di ottenere una pasta scotta o, al contrario, eccessivamente al dente. Un altro errore consiste nel combinare la pasta con il ketchup che, nonostante presenti affinità col pomodoro, ha un sapore completamente diverso da quello di un più tradizionale sugo.

dessert, Timarisú Ristorante, Cafe, Larca Chiavenna

Da accennare, infine, le ricette che vengono spacciate per piatti tipici italiani, ma che non appaiono praticamente mai nei menu del Bel Paese né tanto meno in quello del Ristorante Pizzeria L’Arca di Chiavenna. Qualche esempio? La tanto decantata quanto inesistente pasta con il pollo, spesso condita con panna e una generosa dose di parmigiano, la pepperoni pizza (dove, a dispetto di quanto sembrerebbe suggerire il suo nome, i pepperoni corrispondono a fette di salame), la Caesar Salad, ideata da uno chef di origini italiane, ma tuttavia sconosciuta nel Bel Paese, o la parmigiana di pollo, composta da una cotoletta fritta, immersa nella passata di pomodoro e ricoperta di formaggio, da accompagnare alla pasta rigorosamente scondita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>